Trascorso il periodo di maturazione in cui le acciughe sono rimaste sotto pressa circa un mese e mezzo, solo le specialità salate vengono avviate al processo di sfilettatura; vengono introdotte in centrifuga per eliminare ulteriore eccesso di salamoia, sfilettati e posti in ceste per poi essere   messi in vasi di vetro, idonei al confezionamento di ogni alimento, di formato differente, a secondo della specialità. Successivamente si effettua la colmatura dei contenitori con olio di semi di girasole; segue la sterilizzazione, il lavaggio dei contenitori con una macchina lavatrice; si procede poi ad imballare e ad etichettare con i vari lotti accuratamente i vasetti e si pongono in scatole  conformi alle vigenti norme di atossicità e riciclabilità previste per i prodotti da imballo, che chiudono il ciclo di lavorazione. Infine il prodotto viene trasportato nelle celle refrigerate per essere stoccato ed immagazzinato ad una temperatura compresa fra 0°C e +4°C.